© 2023 by Sphere Construction. Proudly created with SCM.COM

  • Facebook - cerchio grigio
  • Pinterest - cerchio grigio
  • Twitter - cerchio grigio
  • YouTube - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio

CONVENTO di S. DOMENICO MAGGIORE MONTEOLIVETO - TARANTO 

Il futuro di Taranto e dell’Arco Ionico Tarantino rappresenta una delle più importanti sfide che il nostro Paese sta affrontando, in cui il territorio tarantino può e deve rappresentare un simbolo che si rimette in gioco, ripensa se stessa e riparte, ricongiungendosi con il proprio passato, riconoscendo il proprio presente, per riprogettare un futuro condiviso e partecipato.  
 

Descrizione  

 

 Il progetto di recupero e di rifunzionalizzazione in struttura turistico-ricettiva del “Convento di San Domenico Maggiore Monteoliveto, ha come obiettivo principale la partecipazione attiva (non solo per le evidenti ricadute di prima fase relative al recupero fisico del complesso edilizio e  per la sua funzione economico occupazionale), alla costruzione di un processo di crescita economica e socioculturale del territorio.  
Contribuire alla costituzione di un “sistema integrato di attrattori e itinerari” per la fruizione dell’offerta di beni culturali materiali e immateriali, con particolare riferimento alle risorse del territorio: Archeologiche; storico artistiche e ambientali, patrimonio naturalistico. Alle tradizioni: religiose; gastronomiche, artigianali. Alle peculiarità agricole produttive: i territori del vino e dell’olio (Filiere Patrimonio Materiale/Immateriale/Naturale e del Mare)..   
Il nostro hotel vuole avere un respiro contemporaneo ed essere parte attiva di una città che intera si contrappone all’attuale declino socio economico. Vuole contribuire alla costruzione di un futuro alternativo alla monocultura dell’acciaio, basato su un processo di crescita socio economica diretto alla valorizzazione turistico-culturale del territorio. Affida la propria specificità ad una forte connotazione identitaria. Vuole essere per i propri ospiti, ambasciatore e divulgatore del patrimonio di conoscenze, della storia, delle tradizioni, delle produzioni, delle peculiarità naturalistiche e dei valori locali, della sua “bellezza”, uno “style hotel”, aderente ad una perfetta cultura dell’accoglienza, ma anche luogo di esperienze legate ai modelli integrati di saperi e di sapori della nostra terra.

1/13